SPORT

Il Centro Taekwondo Arezzo verso un 2018 tinto di rosa

December 28 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il Centro Taekwondo Arezzo si appresta a chiudere il 2017 con la consapevolezza di essere ormai rientrato tra le realtà in maggior ascesa del panorama giovanile italiano. Negli ultimi mesi, gli atleti della società aretina sono riusciti a piazzarsi ai vertici delle classifiche delle tante gare disputate, dunque l'obiettivo in vista del 2018 sarà di trovare la definitiva consacrazione a partire proprio dalla prima gara in programma, cioè il trofeo internazionale Insubria Cup di Busto Arsizio (Va) a cui sono attesi 1.200 atleti da sette Paesi europei. Nel frattempo, il Centro Taekwondo Arezzo si sta tingendo sempre più di rosa: nei primi mesi della stagione, la società ha registrato un significativo aumento dei numeri del proprio vivaio e, tra le nuove leve, sono rientrate anche alcune bambine tra i sei e gli otto anni che hanno scelto questa arte marziale con l'obiettivo di acquisire le basilari nozioni di autodifesa necessarie per una maggiore sicurezza personale.

Il Centro Taekwondo Arezzo si appresta a chiudere il 2017 con la consapevolezza di essere ormai rientrato tra le realtà in maggior ascesa del panorama giovanile italiano. Negli ultimi mesi, gli atleti della società aretina sono riusciti a piazzarsi ai vertici delle classifiche delle tante gare nazionali e internazionali disputate, cogliendo numerosi successi e meritando applausi per la spettacolarità delle tecniche effettuate. A testimoniarlo sono il terzo posto assoluto tra centodue società ottenuto ad ottobre al torneo Tuscany Open di Arezzo e le dieci medaglie con undici atleti colte a novembre ai Campionati Interregionali d'Abruzzo che, oltre ad aver aperto la nuova stagione, rappresentano il miglior biglietto da visita in vista dei principali appuntamenti del 2018. La prima gara del nuovo anno sarà il 3 e 4 febbraio il trofeo internazionale Insubria Cup di Busto Arsizio (Va) a cui sono attesi 1.200 atleti da sette Paesi europei e a cui il Centro Taekwondo Arezzo sarà presente con sette dei suoi migliori ragazzi delle categorie Cadetti e Junior: il capitano Andrea Barbagli, Alex Botnari, Alessia Conti, Emma Duranti, Mattia Martini, Giulia Mocerino e Mirko Vannini. Il primo impegno ufficiale è invece fissato per sabato 14 gennaio quando trenta atleti aretini si ritroveranno al PalaMecenate per l'esame di cintura che permetterà di valutare le loro capacità tecniche e di premiare il loro impegno con le promozioni nelle categorie superiori. «Il 2018 dovrà essere l'anno della consacrazione - spiega il maestro Andrea Rescigno. - I nostri giovani atleti stanno crescendo e stanno salendo verso le più importanti cinture dove potranno mettersi alla prova con il vero agonismo e dimostrare di poter lasciare il segno nel futuro del taekwondo italiano».

Nel frattempo, il Centro Taekwondo Arezzo si sta tingendo sempre più di rosa. Nei primi mesi della stagione 2017-2018, la società ha registrato un significativo aumento dei numeri del proprio settore giovanile e, tra le nuove leve, sono rientrate anche alcune bambine tra i sei e gli otto anni che hanno scelto questa arte marziale con l'obiettivo di conoscere le proprie potenzialità e di acquisire le basilari nozioni di autodifesa necessarie per una maggiore sicurezza personale. Molti genitori si sono rivolti a Rescigno preoccupati dalle tante situazioni di pericolo che si susseguono nella vita quotidiana e dal sempre più marcato senso di insicurezza, affidandosi così ad una disciplina che, oltre ad insegnare le tecniche dei calci in volo, lavora sull'autocontrollo, sul superamento dei limiti e sulla consapevolezza delle proprie caratteristiche fisiche. «Il Centro Taekwondo Arezzo è sempre più rosa - aggiunge Rescigno. - Tante famiglie hanno recentemente scelto questo sport come forma di autodifesa, facendo così crescere il nostro settore giovanile e aumentando il numero di talenti che nel corso dell'anno si metteranno alla prova nelle principali gare regionali, interregionali e nazionali».

Licenza di distribuzione:
Marco Cavini
Responsabile pubblicazioni - Uffici Stampa Egv di Cavini Marco
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere