TURISMO

Le cime delle Prealpi Bresciane in una nuova guida escursionistica

May 15 2015
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Pubblicata la nuova guida escursionistica sulle Prealpi Bresciane di Idea Montagna Editoria e Alpinismo (un marchio di Officina Creativa sas), dedicata a 125 cime tra Sebino, Val Trompia e Val Sabbia in 7 gruppi montuosi dal Lago d'Iseo al Lago d'Idro.

L'attesa e più completa guida escursionistica alle cime delle Prealpi Bresciane: ben 125 vie normali, molte delle quali poco conosciute e ancor meno frequentate, suddivise in schede con descrizione dettagliata dei percorsi di avvicinamento e salita, difficoltà, dislivelli, foto a colori con tracciato della via, foto di dettaglio, cenni storici e cose da vedere in zona.

Si tratta del 3° titolo di un'opera in 4 volumi dedicata alle cime delle Prealpi Lombarde suddivisa in: Prealpi Varesine e Comasche (2013), Prealpi Bergamasche (2013), Prealpi Bresciane (2015) e Prealpi Gardesane (2017).

Questo 3° volume prende in considerazione tutte le principali cime dei 7 gruppi montuosi che costituiscono le Prealpi Bresciane: Guglielmo, Setteventi-Muffetto, Dosso Alto, Sonclino, Monte Palo-Savallo, Doppo-Conche e Maddalena-Cariadeghe.


Estese sul vasto territorio montuoso compreso fra il Lago d'Iseo a ovest e il Lago d'Idro a est, le Prealpi Bresciane costituiscono il settore occidentale delle Prealpi Lombarde Orientali, al confine meridionale dell'imponente massa tonalitica del Gruppo dell'Adamello da cui sono separate dal Passo Croce Domini. Spingendosi a meridione fino alle Colline Bresciane, ormai prossime alla Pianura Padana, offrono ampie possibilità escursionistiche sia estive che invernali, con panorami che si spingono dalle alte vette del Monte Rosa fino alle più basse cime dell'Appennino Tosco-Emiliano.

Nonostante la quota modesta le cime delle Prealpi Bresciane permettono di soddisfare sia le preferenze degli escursionisti che le esigenze degli alpinisti, in particolare nel periodo invernale quando le vette più elevate offrono interessantissime traversate di cresta, salite lungo canali o pendii adatti allo scialpinismo all'insegna della libertà.

Il libro in sintesi:

- indice degli itinerari suddivisi negli 7 gruppi montuosi
125 vie normali alle cime

- 384 pagine con foto a colori e dettagliate relazioni
immagini delle cime a colori con il tracciato delle vie di salita, ricche di informazioni, immagini e storia

- relazioni aggiornate di salite effettuate negli ultimi anni

- prefazione di Fausto De Stefani, il 6° uomo a salire tutti gli 8000

- note tecniche, punti di appoggio, note storiche, attrezzatura necessaria

- elenchi delle cime per gruppi montuosi e alfabetico

Le relazioni, rese ancor più precise da fotografie con i tracciati delle salite, invitano i lettori alla scoperta
delle cime delle Prealpi Bresciane, dal Lago d'Iseo al Lago d'Idro, e di percorsi a volte poco frequentati ma degni
di maggiore considerazione.

L'indice riassuntivo delle cime suddivise per gruppi montuosi e in ordine alfabetico permette di identificare facilmente
le cime e le vie normali

L'impostazione grafica del libro con fotografie a colori ed interessanti cenni storici rendono questa guida un piacevole viaggio nelle infinite possibilità escursionistiche offerte dalle Prealpi Bresciane.

Indice del libro:

Introduzione
Le Prealpi Bresciane
Guida alla consultazione
Avvertenze
In caso di emergenza: come effettuare una chiamata di soccorso
Gli autori
Collaboratori e ringraziamenti
Informazioni e recapiti utili
Cartografia di riferimento
Bibliografia essenziale

GRUPPO GUGLIELMO
Montisola (Madonna della Ceriola) (600 m)
Montorfano (170 m)
Monte Alto (651 m)
Monte Cognolo e Corno del Crili (673-611 m)
Monte Ratto, Monte Picastello e Monte Peso (358, 373, 483 m)
Punta dell'Orto (1001 m (806 m)
Monte Rodondone e Monte Eclinetto (1143-1099 m)
Punta Almana e Punta Cabrera (1390-1294 m)
Monte Caprello e Punta di Val Mora (1236-1122 m)
Monte Pura, Punta Val Fellera e Punta Tisdel (1007-1169-1334 m)
Punta Cunicolo, Monte Vignole e Dosso Tondo (1035-1095-1079 m)
Corna Trentapassi (1248 m)
Monte Agolo, Punta Caravina e Monte Guglielmo (Dosso Pedalta) (1366-1847-1957)
Monte Guglielmo (Castel Bertino) (1948 m)
Monte Pergua e Monte Castelletto (1198-1118 m)
Corni Rossi, Monte Lividino e Monte Bifo (1236-1360-1476 m)
Monte Magnoli, Monte Pernice e La Colmetta (877, 896, 1035 m)
Monte Inferni (Monte Palo (1368 m)

GRUPPO SETTEVENTI-MUFFETTO
Colma di San Zeno, Colma di Marucolo e Monte Campione (1660-1857-1832 m)
Monte Splaza e Dosso Rotondo (1826-1820 m)
Monte Muffetto (2062 m)
Dosso Beccheria di Bassinale, Dosso Sparviero e Dosso Blussega (1971-1893-1811 m)
Corno Mura, Cima Toricella, Monte Rossello e Corni del Diavolo (1913-2012-2031-2036 m)
Monte Fra e Colma di San Glisente (2158-2151 m)
Monte Colombino, Dosso Betti e Punta dell'Arciprete (2135-2144-2073 m)
Monte Dasdana e Monte Colombine (2191-2214 m)
Punta dell'Auccia, Dosso della Fiora e Pizzo Mortaio (2212-2140-2155 m)
Corni Setteventi, Punta Setteventi e Monte Matto (2209-2251-2201 m)
Dosso Pozzarotonda, Monte Molter e Monte Bagoligolo (2215-2202-2131 m)
Monte Mignolo (2111 m)
Monte Croce Domini, Monte Rondenino e Monte Mignolino (2055-2120-2203 m)
Monte Crestoso (2207 m)

GRUPPO DOSSO ALTO
Monte Ario (1755 m)
Monte Fròndine e Monte Tigaldine (1791-1765 m)
Corna Blacca (2006 m)
Cima della Fona e Cima della Massa (1542-1503 m)
Corno Barzò e Cima Caldoline (1848-1842 m)
Dosso Alto (2064 m)
Monte Pizza (1410 m)
Cime di Baremone (1776 m)
Monte Breda e Cima Ora (1504-1548 m)
Monte Censo, Cima Cereto Chetòi e Cima Valcaèlli (1012-943-1374 m)
Cima Meghè (1803 m)
Cima Traversagna e Corna Zeno o Corna Alta (1530-1619 m)
Cima Val Scura (1392 m (1032 m)
Dosso Sassello, Monte Canale e Monte Paghera (1006-978-1125 m)
Castello dell'Asino e Castello della Pena (1152-1129 m)
Monte Pezzeda e Monte Pezzolina (1798-1792 m)

GRUPPO PALO-SAVALLO
Monte Inferni (1368 m)
Corna di Caspai (1391 m)
Monte Palo (1461 m)
Corna di Savallo (1436-1390-1396 m)

GRUPPO SONCLINO
Monte San Emiliano e Corna di Santa Cecilia (1191-1174 m)
Corna di Sonclino (1352 m)
Punta Carneda e Monte Seridondo (984-1178 m)
Dossone di Facqua, Monte Ladino e Monte Dossone (1299-1286-1339 m)
Monte Prealba (1270 m)
Punta di Reai e Punta Ortosei (1247-1272 m)

GRUPPO DOPPO-CONCHE
Monte Spina e Sant'Onofrio (958 m)
Monte Palosso (1158 m)
Monte Conche (1157 m)
Monte Doppo e San Giorgio (1216-1125 m)
Monte Verdura (560 m)
Monte Sete, Monte Gnone e Monte Pino (801-772-802 m)

GRUPPO MADDALENA-CARIADEGHE
Monte Maddalena (825 m)
Monte Ucia e Monte Dragoncello (1167-1095 m)
Monte Tre Cornelli (877 m)
Monte Selvapiana (965 m)
Rocca di Bernacco (726 m)

Elenco alfabetico delle cime

La guida fondamentale per conoscere le cime delle Prealpi Bresciane, consigliata da VieNormali.it, portale della montagna seguito ogni mese da più di 90.000 visitatori.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Roberto Ciri
Responsabile Web Marketing - Officina Creativa sas
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere