ARTE E CULTURA

“Lo scaldaletto”, al Virginian torna la commedia partenopea

February 13 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Uno dei capolavori della commedia partenopea va in scena al teatro Virginian di Arezzo. Alle 20.30 di sabato 17 febbraio è in programma lo spettacolo “Lo scaldaletto” che trova origine da un riadattamento in due atti a cura del giovane attore e regista Angelo Perotta di "'O Scarfalietto", il testo del 1881 del grande attore e commediografo napoletano Eduardo Scarpetta. L’appuntamento fa parte della seconda edizione della rassegna Comic Art che, inserita tra gli appuntamenti dell'Altra Stagione Teatrale del Virginian di via de' Redi, ha l’obiettivo di far vivere in città le tradizioni, i personaggi, le atmosfere e gli equivoci tipici del teatro partenopeo. La commedia ruota tutta attorno al personaggio di Felice Sciosciammocca, una delle maschere più frequenti e più caratteristiche nelle opere di Scarpetta, in crisi con la moglie Amalia a causa di tanti quotidiani fraintendimenti, a cominciare dall’invadente “scarfalietto” (lo scaldaletto) che tormenta le notti trascorse nel talamo nuziale.

Uno dei capolavori della commedia partenopea va in scena al teatro Virginian di Arezzo. Alle 20.30 di sabato 17 febbraio è in programma lo spettacolo “Lo scaldaletto” che trova origine da un riadattamento in due atti a cura del giovane attore e regista Angelo Perotta di "'O Scarfalietto", il testo del 1881 del grande attore e commediografo napoletano Eduardo Scarpetta. L’appuntamento fa parte della seconda edizione della rassegna Comic Art che, inserita tra gli appuntamenti dell'Altra Stagione Teatrale del Virginian di via de' Redi, ha l’obiettivo di far vivere in città le tradizioni, i personaggi, le atmosfere e gli equivoci tipici del teatro partenopeo.

La commedia ruota tutta attorno al personaggio di Felice Sciosciammocca, una delle maschere più frequenti e più caratteristiche nelle opere di Scarpetta, e di sua moglie Amalia. I due coniugi litigano continuamente a causa di tanti quotidiani fraintendimenti, a cominciare dall’invadente “scarfalietto” (lo scaldaletto) che tormenta le notti trascorse nel talamo nuziale. Intrighi, equivoci, giochi di parole e divertenti personaggi accompagneranno gli spettatori a ridere e riflettere su tante situazioni della quotidianità, con la coppia di sposi che finirà in tribunale per una causa di separazione e con un finale inaspettato tra sogni e confessioni. “Lo scaldaletto” mantiene le arie, la comicità e i temi dell’opera originaria, ma con un brillante riadattamento in una chiave moderna a cura della compagnia teatrale Comic Art, con Perotta che dividerà il palco con la sua compagna artistica Melania Pellino, e con Giggino Abbate, Francesco Rivieccio e Laura Orabona. Un contributo allo spettacolo arriverà anche dalla voce fuori campo di Gennaro Ciotola, dalla direzione di scena di Simon Pietro Palazzo e dall’organizzazione generale di Elisa Del Prete. I posti sono limitati, dunque è consigliata la prenotazione ai numeri 333/17.58.525 e 320/70.20.605. Dopo questa serata, la rassegna Comic Art arriverà all’epilogo domenica 25 marzo con "Così è… che ve pare?" che, messo in scena con la collaborazione della compagnia "I ComicAReTini", è uno spettacolo che trae spunto dalla nota opera teatrale in tre atti di Pirandello. «“Lo scaldaletto” - commenta Pellino, - promette risate e riflessioni per persone di ogni età con un finale a sorpresa, proponendo un vero e proprio omaggio a Scarpetta. Già nel 2017, nel corso della prima edizione di Comic Art, avevamo messo in scena uno spettacolo tratto da una sua commedia e avevamo trovato apprezzamenti dai tanti spettatori aretini presenti, dunque in questa occasione continuerà il nostro percorso per far scoprire e valorizzare la genialità artistica di questo autore tanto importante per il teatro partenopeo e italiano».

Licenza di distribuzione:
Marco Cavini
Responsabile pubblicazioni - Uffici Stampa Egv di Cavini Marco
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere