SOCIETA

Perché lo storytelling va a braccetto con la politica?

June 23 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La capacità di raccontare storie fa la politica di oggi

Dopo gli anni '80 sono cambiate molte cose in politica, sia in Italia che all'estero. Si possono notare delle sostanziali differenze su come i candidati si presentano al pubblico. Il cambiamento perpetuato negli anni ha delineato una nuova "facciata" per chi fa politica.
Le differenze sono ben visibili su come si presentano, e vengono presentanti al pubblico, chi si candida al governo. Prima del graduale avvento dello storytelling si assisteva a personaggi formali, distaccati, quasi freddi nelle loro apparizioni. Al contrario oggi sono più informali, si fanno riprendere in mezzo al pubblico e sorridono di più.
L'approccio è cambiato.

Quando un cittadino si candida per un'elezione, qualunque essa sia, ha un problema: deve raccogliere a sé più persone possibili per farsi eleggere.
I tempi cambiano, il sistema no. Sono passati secoli dalla prima elezione nell'antica Grecia e meno di un anno dalle elezioni americane. Abbiamo fatto passi da gigante nella tecnologia e nella medicina, ma sul determinare chi governerà no, si fanno le elezioni.
Un candidato politico ha quindi la necessità di convincere la gente per farsi votare. Non basta più iscriversi a una lista, presentare un programma e fare molti comizi. Andava bene prima della caduta del muro di Berlino.
In aggiunta oggi non è più necessario mostrarsi professionali e integri: è necessario apparire come una persona comune per farsi eleggere.

In questo senso viene in aiuto lo storytelling, l'arte di raccontare storie.
Tutti amano le storie. Si identificano con i protagonisti e vivono insieme a loro i problemi che affrontano durante la narrazione. Le storie, infatti, sono create dalle vicende umane.
Non esiste più dare ordini, fare promesse e dimostrare quanto si è validi.
Oggi si raccontano storie. Si raccontano di personaggi, simili all'uomo comune, che hanno superato difficoltà per dimostrare quanto le idee del candidato sono valide.
Vale anche per l'inverso. Si racconta la storia di un personaggio, ad esempio simile alla casalinga italiana, che ha avuto un problema e non l'ha superato per colpa di scelte sbagliate, Proprio le stesse scelte che hanno preso i concorrenti.
Le storie sono così versatili che possono essere raccontate in un video. Anche in un'immagine singola dove il candidato stringe la mano a un operaio che gli sorride. In questa lista è incluso il vestiario del candidato, perché una camicia rimboccata racconta di un uomo che vuol darsi da fare.

Perché fare tutto questo?
Perché raccontare storie di persone comuni?
Perché apparire come una persona comune?
Per convincere.
Nessuno ama gli ordini. Così come i bambini, anche gli adulti hanno la loro reattanza. Ci piace di più la libertà di fare quello che vogliamo. Va bene anche l'illusione di avere una libera scelta.
Lo storytelling permette di dare ordini, con la velata apparenza di raccontare vicende di ogni giorno.
In più lo storyteller, ovvero chi racconta la storia, con le dovute accortezze, avrà la capacità di apparire "familiare" al pubblico. Sarà uno di loro e non un professore distaccato.
Inoltre più la storia narrata sarà vicina a fatti reali e concreti, più sarà incisiva. In questo modo lo storyteller guadagnerà una credibilità utile per le elezioni.

Tutto questo è solo l'inizio dello spettacolo.
Gli Spinning Doctor, figure professionali dietro alle recenti campagne politiche in tutto il mondo, sanno perfettamente come una storia raccontata bene possa cambiare radicalmente una campagna elettorale.
Lo sanno bene i russi alle rielezioni di Boris Eltsin nel 1999. A guidare la sua campagna elettorale c'erano tre Spinnig Doctor americani, impegnati a mostrare il vecchio presidente sotto una luce nuova.
Questa vicenda ha ispirato un film, Spinnig Boris - Intrigo a Mosca, dove vediamo un Jeff Goldblum impegnato ad avvicinare Eltsin alla gente, come quando consiglia di farlo fotografare mentre pianta alberi per strada.
Un po' come Mussolini anni fa si faceva riprendere mentre raccoglieva il grano.
Non sono più necessari comizi, comunicati ufficiali e interviste. Oggi servono storie da usare come esempi.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere