SALUTE e MEDICINA

Strumenti per le unghie: pulizia e igiene per legge

November 23 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Un tecnico delle unghie deve sempre tenere a mente l'importanza della pulizia degli strumenti utilizzati nella cura delle unghie dei clienti evitando infezioni

È essenziale prevenire le infezioni mantenendo l'ambiente di lavoro sempre igienico quando si lavora nel settore unghie.
Come tecnico delle unghie devi sempre tenere a mente l'importanza della pulizia.

Fai bollire i tuoi tessuti
Pulisci il tuo tavolo e l'area di lavoro con il disinfettore dopo ogni cliente. Basta uno starnuto o una singola spora fungina per essere infettati. Tutti i tessuti utilizzati per manicure e pedicure devono essere lavati correttamente. La maggior parte dei batteri scompare dopo 10-15 minuti a 140 ° F, ma devi essere più drastico per eliminare tutti i funghi. Fai bollire l'acqua con un po 'di acqua di lavaggio in una pentola grande e metti i tuoi tessuti bianchi per 90 minuti.

Pulizia degli strumenti di metallo
Inizia con il lavaggio sotto acqua corrente e rimuovi tutto lo sporco visibile. Quindi metteli in un liquido disinfettante (seguire le istruzioni sulla bottiglia). Dopo averli tolti, asciugali in posizione verticale. Non dimenticare di pulire le punte allo stesso modo!

Quando arriva il cliente
Usa sempre disinfettanti (spray spray o altro) prima sulla tua mano e poi sulle mani dei tuoi clienti prima di iniziare. Togliti gli anelli quando lavori, perché non sarai in grado di pulire le dita correttamente se le indossi. Se segui queste linee guida, il tuo ambiente di lavoro sarà sempre pulito e igienico. E non passa inosservato nemmeno dai clienti che ogni giorno vengono a curare le unghie!

La normativa
Il D.M. 28/09/1990 del Ministero della Sanità in tema di "Norme di protezione dal contagio professionale da HIV" impone l'obbligo di pulizia, disinfezione e sterilizzazione dei ferri e degli strumenti riutilizzabili e delle attrezzature dopo ogni utilizzo:

"È obbligatorio sterilizzare gli strumenti, i manipoli, gli ablatori ad ultrasuoni, le siringhe aria/acqua, le frese e qualsiasi altro strumento che venga a contatto con il sangue o le mucose, se riutilizzabile, dopo l'utilizzo su ciascun paziente".

Tale normativa si riferisce agli odontoiatri, si ritiene però che l'obbligo di sterilizzazione debba considerarsi generale, e quindi esteso alla professione di estetista, podologo e naildesigner, quando lo strumento entri in contatto con mucose, tessuti, sangue.
La sterilizzazione degli strumenti acuminati e taglienti, e comunque degli strumenti che possano entrare in contatto con il sangue o mucose, al fine di prevenire le infezioni da trasmissione ematica, è anche prevista dalla gran parte dei regolamenti comunali.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Angelo Montini
titolare - Web Strategy di Angelo Montini
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere