AZIENDALI

Tre generazioni a confronto: da Edil Pepe a Lusseri… e viceversa

February 11 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La ricetta del vero successo imprenditoriale: la forza delle radici e il lancio verso il domani. Storia di una piccola impresa edile diventata un impero.

Di padre in figlio. E da nonno a nipote. In altre parole, il successo imprenditoriale di Edil Pepe, azienda costruttrice pugliese tra le più prolifiche del Mezzogiorno, è questione di famiglia. Ma non solo. La storia dell’azienda affonda le radici negli anni Sessanta, quando il giovane e tenace Donato Pepe fonda la sua piccola azienda edile per svolgere lavori di restauro nel centro storico di Altamura. A ruota, segue suo figlio Antonio, studente svogliato di scuola media, che osserva suo padre, instancabile imprenditore-operaio, animato da una passione incrollabile per la sua attività.

Antonio eredità dal papà non solo le tecniche tipiche della professione, ma fa sua la voglia di emergere e di affermarsi con il proprio lavoro, distinguendosi da Donato senior per lungimiranza, grinta e maggiore apertura mentale, che gli permettono di osare di più e alzare l’asticella. Quella tra Antonio e il lavoro di papà Donato è un amore a prima vista, una folgorazione che gli cambierà la vita, segnando il suo futuro professionale in maniera irreversibile. Tra gli anni Ottanta e i Novanta il tempo vola. Tra successi, partenze e ripartenze, nel 1998, il sogno di una vita prende forma: Antonio è ormai a capo di un'azienda tutta sua, affermata e conosciuta, e che porta con fierezza il suo nome e della generazione che l’ha preceduta: Edil Pepe.

Un'azienda edile, specializzata nel residenziale di alto profilo, che incorpora ed esprime tutta l'esperienza maturata in anni di duro lavoro, permettendo così a una piccola realtà imprenditoriale di crescere nel tempo (e di far crescere i suoi collaboratori e la comunità in cui vive), e di ritagliarsi uno spazio tra le aziende più solide del territorio. La storia si ripete ma sulla scena i protagonisti hanno, sì, stesso sangue, stesso nome, ma mentalità diversa: così come Antonio osservava con ammirazione i sacrifici di suo padre, e sognava un giorno di poterne seguire le orme, suo figlio Donato ventenne (che porta con fierezza il nome del nonno), raccoglie l’eredità paterna e decide di dedicarsi all’azienda di famiglia, ma non come operaio edile, come è accaduto a suo padre Antonio.

Donato junior raccoglie la sfida e prende le redini del reparto marketing e comunicazione di Edil Pepe, dando all’azienda una direzione e un profilo più manageriale rispetto alla conduzione tradizionalista e vecchio stampo di nonno Donato. Non a caso, il ventenne Donato ha portato in azienda la giusta dose di innovazione e di futuro, dando così ad Antonio la possibilità di aprirsi verso nuovi orizzonti progettuali.

Grazie alle idee e agli spunti di Donato e alla lungimiranza di Antonio, Edil Pepe lancia il suo nuovo brand Lusseri, specializzato nella costruzione di casali di lusso nZEB a consumo zero, i primi in Europa. Edil Pepe quindi testimonia il saper fare sinergico di tre generazioni che hanno messo in moto una spirale produttiva di successo, dove nonno Donato ha saputo coltivare le virtù rurali della parsimonia e del senso del dovere, per passare in epoca più recente alle virtù industriali e dell’espansione di Antonio, fino a toccare con Donato junior quelle post-moderne della creatività.

Il passaggio generazionale fa uno scatto evolutivo verso i richiami della globalizzazione e della new economy in termini di qualità e quantità, dando una spinta propulsiva all’azienda verso traguardi che, qualche tempo prima, suo padre Antonio già si aspettava. L’ingresso di Donato junior in azienda ha a che fare con la concezione di Antonio, che crede fermamente nelle possibilità delle giovani leve e nella loro carica innovativa. Oggi Edil Pepe e Lusseri rappresentano un percorso comune tracciato abilmente da Antonio, un’esperienza corale tra familiari, e Donato, sulle orme di suo padre, sta seguendo una propria strada che condurrà l’azienda (e anche sé stesso) molto lontano. E i risultati già si vedono. Si toccano.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere