PRODOTTI

Come risolvere i problemi relativi alla passivazione dell'acciaio inox?

July 12 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

In questo articolo, affronteremo il processo di passivazione dell'acciaio inox, soffermandoci anche sui punti critici, come le saldature, i tagli e le smerigliature. Passo dopo passo, completeremo con efficacia il processo di passivazione.

Gli acciai inossidabili, vengono definiti tali, in quanto sono acciai caratterizzati da una maggior resistenza all'ossidazione ed alla corrosione rispetto ai cosiddetti acciai al carbonio.
Tale capacità è dovuta principalmente alla presenza di cromo nella lega, il quale forma un sottilissimo strato superficiale che protegge il metallo sottostante dall'azione degli agenti chimici esterni.

Nei punti in cui l'acciaio inox subisce dei trattamenti che sviluppano calore, quali saldature, smerigliature o tagli, lo strato superficiale di ossido di cromo viene impoverito o addirittura totalmente eliminato.
Il ridotto contenuto di cromo, o in alcuni casi la totale assenza, compromette la resistenza alla corrosione dell'acciaio inossidabile.

Per ripristinare le caratteristiche originarie di resistenza alla corrosione, lo strato metallico danneggiato deve essere rimosso mediante decapaggio con appositi prodotti, nel nostro caso specifico PRODEACAP INOX NEWS o SURFADEK INOX GEL di marchio Surfatek e successivamente, si dovrà favorire la formazione dello strato di ossido di cromo superficiale mediante trattamento di passivazione con prodotti specifici come SURFA INOX 300.

Tali prodotti vengono utilizzati semplicemente immergendo i manufatti da trattare all'interno di recipienti o vasche in PVC, o materiali resistenti agli acidi, contenenti le soluzioni passivanti a temperatura ambiente, che possono essere già pronte all'uso, oppure da diluire al 10-20 % in acqua.
In caso di grandi manufatti con superfici verticali, i passivanti possono essere applicati anche mediante appositi pennelli, resistenti agli acidi, direttamente sulla zona da trattare.

È essenziale che i passivanti vengano completamente rimossi al termine dell'applicazione, risciacquandoli abbondantemente con acqua dopo aver completato il processo.
È consigliabile neutralizzare l'acidità residua con un prodotto alcalino tipo ALKALI DIP/TEK o PROSONIC prima della fase di risciacquo.



Licenza di distribuzione:
Stefano Colombo
Web Designer - Cartoon - Technology Solution
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere