SOCIETA

Difficoltà a scuola? I Fiori Australiani possono aiutare i bambini

September 16 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Una breve analisi dell'attualità rispetto alla riapertura delle scuole, con una selezione dei Fiori Australiani che possono aiutare ad affrontare le principali difficoltà che i bambini possono affrontare nell'ambito scolastico ma non solo.

La scuola è ricominciata da poche ore, in molte ragioni italiane (alcune hanno preferito rinviare per ragioni organizzative), e oggi è suonata la campanella di inizio dell'anno scolastico.

Si tratta di un evento molto diverso da quello del passato, che porta con sé incognite ed incertezze completamente nuove, impossibili da immaginare fino a qualche mese fa e con cui, attualmente, siamo chiamati a misurarci in qualità di genitori, insegnanti e, soprattutto, di allievi: non dimentichiamo infatti che, i veri protagonisti, su cui è importante focalizzare l'attenzione, sono proprio loro: i bambini e i ragazzi che domani si siederanno per la prima volta sui nuovi banchi di questa scuola che, per ora, sembra suscitare più preoccupazioni che speranze.

Ovviamente speriamo di sbagliare e ci si augura che la situazione sia meno tragica di quanto le premesse lascino immaginare. Detto questo ricordo che la funzione primaria della scuola è quella di essere il luogo deputato all'apprendimento e all'istruzione, per cui, proprio in vista dell'inizio delle lezioni, ci tengo a dare qualche consiglio che possa aiutare gli studenti a trarre il maggiore profitto possibile dalle ore di ascolto in classe e di studio a casa.

I problemi che possono presentarsi, e che rendono difficoltosa l'acquisizione, l'assimilazione e l'esposizione di nuovi concetti, sono molti e differenti: fortunatamente l'energia armonizzatrice dei Fiori Australiani può rappresentare un valido supporto nel superare gli ostacoli che si frappongono tra il ragazzo e dei brillanti risultati scolastici.

Sicuramente uno dei nemici più insidiosi è rappresentato dall'ansia: capace di vanificare ore e ore di studio; spesso l'agitazione si accompagna alla bassa autostima e al disvalore personale: chiaramente non si tratta di un'accoppiata vincente e spesso chi ne è afflitto, nonostante il notevole impegno profuso, tende ad avere dei risultati più modesti rispetto a quanto desidererebbe. Questo meccanismo finisce per mettere in moto un circolo vizioso che porta, con il tempo, a rendere sempre più demoralizzato e agitato lo studente, invischiato in una spirale discendente da cui diventa progressivamente più difficile liberarsi.

Un altro fenomeno piuttosto diffuso è la bassa capacità di concentrazione, che può essere dovuta a molteplici motivi quali, ad esempio, la moltitudine di sollecitazioni esterne a cui il bambino è sottoposto, che, ovviamente, non facilitano la focalizzazione su un argomento per un tempo piuttosto lungo; in altri casi, invece, può essere che quella determinata materia proprio non interessi o non piaccia e, dunque, porre attenzione e studiare diventa un vero e proprio percorso ad ostacoli.

Va da sé che, in automatico, queste difficoltà confluiscano in problematiche di apprendimento per cui, paradossalmente, il ragazzo, che vorrebbe fare tutt'altro, è costretto a passare sempre più tempo a studiare ciò che non gli piace e questo, ovviamente, non può che alimentarne l'avversione.

Ci sono poi studenti che, nonostante la preparazione puntale e meticolosa, quando si trovano alla cattedra per l'interrogazione, non riescono ad esprimere come vorrebbero tutto ciò che hanno studiato. Anche qui le motivazioni possono essere molteplici e spaziare dall'ansia al timore del giudizio che può essere così forte da determinare un blocco: ogni bambino è un caso a sé e suggerisco di non generalizzare ma, al contrario, indagare con delicatezza, comprensione a attenzione, per scoprire da dove arriva esattamente il problema.

In tutto questo, l'energia potente, ma gentile, dei Fiori Australiani, può essere un valido supporto per superare tutti quegli ostacoli che rendono la carriera scolastica di molti studenti un percorso molto accidentato.

Naturalmente questa non è che una breve e generale panoramica: se ti ho incuriosito, e vuoi conoscere nel dettaglio, quali rimedi floreali possano essere di aiuto nelle specifiche difficoltà di apprendimento, ti invito a leggere l'articolo che trovi cliccando sul link sottostante.

Emanuela di Emotionalmente.com



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere