PRODOTTI

Gomme auto 4 stagioni: cosa sono, vantaggi e criticità

January 26 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Le gomme auto 4 stagioni sono chiamate anche fourseason o all seasons. In quali contesti sono indicate, in quali evitarle e cosa dice la legge.

In base alla stagionalità, esistono tre tipologie di pneumatici: gli estivi, gli invernali e i 4 stagioni (chiamati anche four seasons e allseason). Tra le tre tipologie in commercio, le gomme 4 stagioni sono quelle che presentano la maggior versatilità di utilizzo e un adattamento più ampio alle diverse condizioni di guida.

La conformazione della gomma

Le peculiarità prestazionali della gomma dipendono principalmente dal tipo di mescola utilizzato e dal disegno del battistrada. Le mescole per gomme invernali sono pensate per assicurare grip e stabilità su strade bagnate, innevate e congelate ma perdono di efficacia alle alte temperature; la mescola delle estive, viceversa, performano al meglio su asfalto rovente ma si dimostrano instabili e scarsamente sicure in condizioni di freddo.

Per ciò che riguarda il disegno del battistrada, esistono differenze strutturali notevoli tra quello impresso su gomma invernale ed estiva; le prime presentano linee più aggressive, e tasselli più alti sormontati da lamelle sviluppate per migliorare l’aderenza su circuiti ghiacciati. Le due tipologie di pneumatico sono tra di esse speculari e offrono vantaggi e svantaggi pressoché opposti.

Le gomme 4 stagione

Le gomme 4 stagioni rappresentano il compromesso tra ruote estive e invernali. Esse sono caratterizzate da una mescola estiva e dal disegno su battistrada invernale o al contrario. Tutte le gomme fourseasons sono munite, al pari delle invernali, del contrassegno M+S (mud and snow) che indica la possibilità di impiegare il pneumatico per tutto l’anno, anche in sostituzione delle catene.

Vantaggi e svantaggi delle gomme 4 stagioni

Le gomme 4 stagioni possono essere impiegate per tutto l’anno senza la necessità di provvedere alla loro sostituzione nel corso della stagione invernale. Esse offrono prestazioni adeguate a ogni condizione atmosferica ed evitano il fastidio di munirsi di un doppio treno di gomme per far fronte alle esigenze del periodo freddo e di quello caldo e resistono con più efficacia alle pressioni delle basse temperature, grazie alla presenza di un maggior numero di lamelle e canali e di silice all’interno della mescola.

D’altra parte, gli pneumatici allseason presentano un ciclo di vita inferiore a quello delle altre due tipologie di gomma e sono consigliati prettamente ai guidatori che non percorrono un chilometraggio esagerato (ovvero chi percorre meno di 100.000 km nell’arco di almeno 4 o 5 anni).

In conclusione, le gomme 4 stagioni si dimostrano la soluzione più adattiva, consigliata, in particolare, a chi non presenta particolari esigenze di prestazioni e non opera in contesti particolarmente complicati, dimostrandosi la soluzione più ad ampio raggio delle tre.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere