EVENTI

TEZENIS con ALBERITALIA per un evento green di nome e di fatto

October 18 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Al via dal 14 ottobre l'iniziativa #TreesMakeDifference per piantare tanti nuovi alberi, in un continuum con la campagna di sostenibilità “BE THE CHANGE”

Tezenis continua la sua direzione chiara e decisa verso un presente e un futuro sempre più sostenibili. Ultima tappa in ordine di tempo, un evento speciale per il 14 ottobre. A Vallese in provincia di Verona, proprio accanto al quartier generale del brand, avverrà - in collaborazione con Alberitalia, la Fondazione che ha come obiettivo la lotta ai cambiamenti climatici attraverso soluzioni basate sulla natura – la messa a dimora di nuovi alberi, uno per ciascun partecipante, con il coinvolgimento attivo della forza vendita del marchio.

In concomitanza, proprio a metà ottobre, partirà un’altra iniziativa speciale a beneficio dell’ambiente. In tutti i punti vendita Tezenis verrà incoraggiato l’acquisto di shopper riutilizzabili in canvas di cotone per evitare il più possibile sprechi a discapito dell’ambiente. In alternativa, le shopping bag monouso saranno comunque disponibili ma a pagamento di un prezzo simbolico, il cui ricavato dalla vendita sarà destinato al finanziamento di un progetto di piantumazione nella regione Liangdu in Cina. Un’iniziativa questa che permetterà la riforestazione di 23 mila ettari di terreno nel distretto di Liuzhi, zona colpita da desertificazione dovuta al cambiamento climatico e all’inquinamento. Collateralmente questo procurerà più di 15 mila posti di lavoro per le comunità locali, fra cui il 70% composto da donne.

Un’iniziativa questa che si aggiunge alle strategie già messe in pratica dal brand in questa ottica, ossia l’utilizzo di packaging in carta e cartone FSC riciclati, degradabili e a minor impatto ambientale. Attenzione però: necessitando la carta di ingenti quantità d’acqua per la sua produzione, Tezenis ha deciso comunque di scoraggiarne l’utilizzo monouso. Scopo principale è quello di puntare al riassorbimento di CO2, favorire le biodiversità e aiutare tutte le comunità rurali che abitano le foreste.

Non di minor rilievo il progetto Tezenis Second Life in collaborazione con Humana, il cui obiettivo è quello di dare una seconda vita ai capi usati e in buono stato per finanziare iniziative di sviluppo nel sud del mondo. Basta recarsi in un punto vendita del brand con il capo entro il 21 novembre 2021: per ogni 5 capi consegnati si avrà un buono di 5 euro spendibile entro il 12 dicembre 2021.

Continua anche il progetto “Bambà: La forza delle donne Quilombola” rivolto a 50 donne di questa tribù dello Stato di Bahia, discendenti degli schiavi africani e fra i gruppi più emarginati del Brasile. A causa delle condizioni di isolamento, della povertà che affligge oltre il 75% della popolazione e dell’assenza di informazioni sulle tecniche agricole sostenibili, la produttività della comunità Quilombola è infatti molto bassa. Il programma si basa sullo sviluppo rurale sostenibile per la lotta alla malnutrizione e il miglioramento della sicurezza alimentare delle famiglie e sull’organizzazione comunitaria delle donne per la creazione di piccole imprese economiche solidali, collegate al mercato locale.

Tutto questo s’inserisce in un percorso iniziato con l’ormai imprescindibile collezione BE THE CHANGE, realizzata utilizzando quattro differenti fibre sostenibili: il Modal Carbon Neutral - che limita l’emissione di anidride carbonica -, l’ ECONYL in microfibra riciclata, il RECYCLED TULLE con l’utilizzo di Nylon riciclato da pre-consumo ed Elastan, e l’Organic Cotton Rib composto per il 94% da Cotone Organico.

Progetto Be The Change: tracciabilità “Migliorare fa parte della nostra cultura. Questa è la nostra idea di sostenibilità.” Fin dalla sua fondazione Tezenis si è distinto non solo per la qualità e la bellezza dei propri capi, ma anche per il profondo controllo della filiera produttiva. Il 73% degli articoli presenti nei negozi Tezenis, infatti, è prodotto in fabbriche di proprietà in Italia e all’estero. Questa decisione consente la gestione coordinata della produzione con le altre fasi della filiera, la dedizione totale alle esigenze del brand e l’eliminazione degli intermediari. In questo modo è possibile mantenere un’elevata qualità ad un prezzo accessibile. Questo modello di business comporta grandi investimenti e la possibilità di offrire posti di lavoro ad un ampio numero di dipendenti, a beneficio delle comunità che ospitano le aziende. In questo modo è possibile garantire un ottimo ambiente lavorativo all’interno delle fabbriche ed il rispetto dei diritti umani delle persone che ci lavorano. Questo approccio trasparente si concretizza ancora di più nello shop online tezenis.com grazie alla presenza di una sezione denominata “tracciabilità” nella scheda prodotto di ogni capo, dove vengono riportati i dettagli delle strutture di proprietà in cui tale capo è stato fabbricato. I clienti, in questo modo, possono ottenere numerose informazioni circa lo stabilimento, le fasi produttive, l’impegno rispetto alle tematiche di sostenibilità e le storie delle persone che hanno partecipato alla produzione degli articoli. L’unione tra il percorso di sostenibilità del brand e le caratteristiche di controllo della filiera hanno permesso di fare un passo avanti nella trasparenza delle attività nei confronti dei clienti. Nello specifico, gli articoli maglieria vengono prodotti negli stabilimenti Gordon (Serbia), Vavuniya (Sri Lanka) e Zalli (Bulgaria). I capi arrivano poi al polo logistico di Castagnaro (Italia) per essere infine spediti nei negozi di tutto il mondo.

#AlberItaliaXTezenis

Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere