MOTORI RICERCA
Articolo

Cos'è la SEO e perché farla

18/03/22

Negli ultimi anni nel Digital Marketing si sta diffondendo sempre di più il concetto di SEO. Il ruolo di "SEO specialist"...

FotoNegli ultimi anni nel Digital Marketing si sta diffondendo sempre di più il concetto di SEO. Il ruolo di "SEO specialist" è sempre più ricercato nelle aziende che vogliono curare anche l’aspetto web ed è ormai un elemento fondamentale nelle strategie di marketing su larga scala.

Ma cos’è esattamente la SEO?

Perché è così importante imparare a fare SEO e come è possibile farla in modo corretto?

Lo vediamo insieme in questa guida completa sulla SEO, che cercherà di svelarvi in breve tutti i segreti per applicare quest’insieme di strategie fondamentali per posizionarsi in prima pagina su Google o su un altro motore di ricerca.

SEO: cosa significa e perché è importante per un sito web

Il termine SEO è un acronimo inglese che sta per "Search Engine Optimization", ovvero "ottimizzazione per i motori di ricerca". La SEO, di fatto, è l’insieme di pratiche necessarie per aumentare la visibilità di un sito web, posizionandolo tra i primi risultati nei motori di ricerca (detti "SERP", ovvero "Search Engine Result Page"), senza dover ricorrere a sponsorizzazioni a pagamento.

La SEO si applica in numerosi aspetti di un sito o di una piattaforma su internet: va sfruttata nel codice HTML, nella gestione dei link in uscita (ovvero che dal proprio sito portano verso altre fonti) o in entrata (detti "inbound link" o anche "backlink", e che da altri siti portano al proprio).

La SEO va inoltre a influire sulla stessa struttura del sito: se ottimizzato in ottica SEO, un sito web può avere potenziali enormi.

Essendo Google il motore di ricerca maggiormente conosciuto e utilizzato al mondo, di norma le attività SEO sono relative all’algoritmo di Google e dei suoi aggiornamenti, in modo che le piattaforme riescano sempre a posizionarsi ai primi posti del motore di ricerca.

Lo scopo finale della SEO

La SEO, però, non serve solo a migliorare la visibilità di un sito web. Un vero SEO specialist sa che scalare posizioni su Google non indica necessariamente la produzione di contenuti validi e di qualità.

Lo scopo finale della SEO è quello di portare le conversioni, ovvero delle "azioni" misurabili, compiute dagli utenti, importanti per la propria attività. Si parla, per esempio, dell’accesso al sito, dell’iscrizione alla newsletter, della visita di una specifica pagina, dei click su uno determinato prodotto e di molti altri aspetti relativi a una pagina web.

Perché si fa SEO

Fare SEO è fondamentale per un sito web, perché dà la possibilità di posizionare il proprio sito tra i primi risultati, quelli più pertinenti alla ricerca compiuta dagli utenti. Se volessimo cercare informazioni su un negozio nella nostra città che vende prodotti sostenibili per l’ambiente, di certo non vorremmo che il web ci indirizzasse in un’altra città a centinaia di chilometri.

Per questo motivo, fare SEO comporta innanzitutto scrivere dei contenuti pertinenti e ben articolati utilizzando le parole chiave corrette per fare in modo che il nostro sito sia facilmente raggiungibile, sia grazie al motore di ricerca, sia grazie a link che portano gli utenti a navigare tra i nostri contenuti. Fare correttamente la SEO, infatti, vuol dire anche riuscire a ottenere un numero adeguato di link da altri siti pertinenti e, possibilmente, rilevanti.

Precisamente, la SEO include tre attività principali per il corretto posizionamento: la scelta delle giuste parole chiava, l’On-Page SEO, che comprende l’ottimizzazione in ottica SEO del codice HTML e l’ottimizzazione dei contenuti e, infine, l’Off-Page SEO, che si occupa, tra l’altro, della gestione dei link in ingresso.

Differenza tra SEO e SEM

Chi è intenzionato ad aumentare la visibilità del proprio sito web deve conoscere bene la differenza tra SEO e SEM. Anche se a primo incontro i due termini possono sembrare dei sinonimi, in realtà presentano delle differenze fondamentali che influiscono sullo scopo finale di un’attività.

Se la SEO, come abbiamo detto prima, si occupa dell’ottimizzazione per i motori di ricerca, la SEM è una sigla che sta per "Search Engine Marketing" e rappresenta una branca del Web Marketing il cui compito è di portare sul sito web il numero più alto possibile di utenti, comprendendo, tra le altre, le campagne pay-per-click. La SEM comprende anche la "SEA", ovvero "Search Engine Advertising", che a differenza della SEO si occupa di posizionare il sito web tra i risultati a pagamento dei motori di ricerca.

Una completa strategia SEM include sia la pubblicità a pagamento sia il corretto utilizzo delle tecniche SEO, sia "on-page" che "off-page". È fondamentale che SEO e SEM siano sempre aggiornati per adeguarsi alla continua evoluzione del Web Marketing.

Differenza tra SEO On-Page e Off-Page

La SEO ha due aspetti: l’insieme delle attività di ottimizzazione all’interno delle pagine di un sito (dette, quindi, "on-page" oppure "on-site") e l’insieme delle attività che gestiscono i backlink (dette, di conseguenza, "off-page" o "off-site").

Come fare la SEO on-page

Quali sono, quindi, gli step necessari per attuare una strategia di ottimizzazione "on-site" in ottica SEO per il nostro sito web? Innanzitutto, possiamo dividere in due macro-aree diverse l’ottimizzazione on-page: l’area dell’ottimizzazione del codice HTML e della struttura e l’area dell’ottimizzazione dei contenuti testuali e delle immagini.

L’ottimizzazione HTML

Ottimizzare un codice HTML vuol dire scrivere il codice in modo che non siano usati eccessivamente javascript/ajax, perché di norma i motori di ricerca favoriscono le pagine web con un rapporto testo/codice che vada a favore dell’elemento testo. Va, inoltre, sempre verificata la presenza di link funzionanti o meno all’interno del sito, per assicurare l’utenza della validità e del costante aggiornamento della propria piattaforma.

La SEO copywriting

In realtà, la parte più importante della SEO sono proprio i contenuti. I motori di ricerca di ultima generazione, Google in primis, riescono infatti a leggere e comprendere i contenuti testuali di un sito web e vi attribuiscono dei punteggi di qualità e pertinenza, permettendone così il posizionamento. L’attività di scrivere dei buoni contenuti rispettando l’ottica SEO è chiamata SEO Copyvriting.

Fondamentale, prima di tutto, è la scelta delle parole chiave. Per fare ciò, normalmente si può utilizzare lo strumento offerto da Google, ovvero "Google keyword". Regola generale è di non scegliere né parole chiave troppo generiche, né troppo specifiche: nel primo caso perché il troppo ampio volume di ricerca potrebbe far "disperdere" il nostro contenuto nel mare del web, e nel secondo caso perché, se troppo specifiche e quindi poco ricercate, potrebbero rendere nullo il traffico al sito.

L’elemento che maggiormente ha la funzione di attirare le persone sul proprio sito è la "Meta Description", ovvero la descrizione del sito web che spunta appena sotto il titolo principale. La Meta description deve essere accattivante e contenere parole chiave e una "call to action", per spingere gli utenti a entrare sul sito web.

Per compiere una buona SEO Copywriting è inoltre necessario ricordarsi di utilizzare sempre delle diverse intestazioni (o "headings", ovvero titoli e sottotitoli che vanno da H1 ad H6), che aiutano i motori di ricerca a comprendere il testo di una pagina, a classificarla e quindi a posizionarla. A ogni "headings" va correlato uno o più paragrafi: l’importante è che il contenuto sia chiaro e che i concetti chiave siano immediatamente percepibili, in modo che sia il motore di ricerca, sia l’utenza, siano in grado di capire subito se il contenuto è utile al proprio scopo.

Le immagini, infine, svolgono il compito fondamentale di "illustrare" il testo del sito e hanno un ruolo importante nel posizionamento sulle pagine di ricerca e nelle conversioni. È importante che le immagini siano rinominate correttamente, compresse e ridimensionate per adattarsi al sito e correlate di testo per non vedenti.

Conclusioni

Abbiamo visto insieme una breve ma completa guida sulla SEO, fondamentale per chi vuole occuparsi di Digital Marketing e cerca metodologie innovative e dalle ottime prestazioni per far pubblicità ai propri contenuti online. Fare SEO non è così semplice come sembra ed è sicuramente importante aggiornarsi e specializzarsi per fare in modo che il proprio sito sia in grado di ottimizzare tutti gli aspetti citati in questo articolo. Se il vostro obiettivo è di pubblicizzare il vostro sito web, il vostro blog, che sia per lavoro o per semplice passione, sicuramente è necessario approfondire ogni aspetto della SEO: fortunatamente, negli ultimi tempi sono molto diffusi i corsi SEO base e avanzati per avventurarsi in questo mondo sicuramente complesso, ma estremamente produttivo e vantaggioso per la propria attività.

Licenza di distribuzione:
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
Comunicati-Stampa.net
Responsabile account:
Enrico Zerbini (Amministratore)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere