EVENTI
Comunicato Stampa

SONORA DESERT di Muta Imago a Ipercorpo Festival 2022

ispirato a un viaggio compiuto nel Deserto di Sonora, dove tutto accade nella mente dello spettatore

FotoSONORA DESERT di Muta Imago a Ipercorpo Festival 2022


 Sonora Desert


di Muta Imago
regia, luci, scene: Claudia Sorace
testi, ricerche e drammaturgia sonora: Riccardo Fazi
musiche originali: Alvin Curran
direzione tecnica, realizzazione scene e luci: Maria Elena Fusacchia
assistenza alla direzione tecnica: Simona Gallo, Camila Chiozza
guide: Chiara Caimmi, Francesco di Stefano
organizzazione: Martina Merico – cura Ilaria Mancia –
da un’idea di Glen Blackhall, Riccardo Fazi, Claudia Sorace

Produzione: Muta Imago
Coproduzione: Teatro di Roma – Teatro Nazionale, Fondazione I Teatri / Festival Aperto, Reggio Emilia

In corealizzazione con
Teatro di Roma – Teatro Nazionale

«Sonora Desert è un esperimento percettivo. È un esperimento nel senso che la sua dimensione e il suo contenuto non sono definitivi.
È un esperimento nel senso che assume forma e significato diversi per ognuno. È un esperimento nel senso che è sguarnito e vulnerabile».
Claudia Sorace e Riccardo Fazi di Muta Imago a Ipercorpo Festiva "trattare l'aria" con Sonora Desert, un formato originale, tra installazione e performance, ispirato a un viaggio compiuto nel Deserto di Sonora, dove tutto accade nella mente dello spettatore.

"Qui dove sono


 non c'è alcun confine


Questo deserto


è il silenzio del tempo"


 Un ambiente di vibrazioni sonore via via più avvolgenti, luminose e cromatiche, in dialogo con le musiche composte da Alvin Curran, per incontrare la propria memoria, il proprio inconscio.


Lo spettatore viene a trovarsi naturalmente in una relazione profonda con la realtà di un mondo dove il tempo e l'io tendono a fondersi fino a scomparire.


 Il tempo diventa "l'intervallo tra il compimento di un'idea e la sua manifestazione" (Giordano Bruno).


Muta Imago

Compagnia teatrale nata a Roma nel 2006. È guidata da Claudia Sorace, regista, e Riccardo Fazi, drammaturgo e sound designer. È composta da tutte le persone che sono state, sono e saranno coinvolte nella realizzazione dei lavori. Muta Imago è alla continua ricerca di forme e storie che mettano in relazione la sfera dell’immaginazione con quella della realtà presente, umana, politica e sociale, indagando il rapporto tra l’essere umano e il suo tempo.

Gli spettacoli di Muta Imago sono da anni ospitati e co-prodotti dai più importanti festival nazionalie internazionali: con le ultime produzioni, tra le quali Combattimento (2018), Lontano da qui (2018), Canti Guerrieri (2017) ha incontrato il mondo del teatro musicale, collaborando con I Teatri di Reggio Emilia, Romaeuropa Festival, la Sagra Musicale Malatestiana e il Muziektheater Transparant di Anversa. Alla produzione degli spettacoli, Muta Imago affianca un’intensa attività didattica e di formazione.

Nel 2009 la compagnia ha vinto il Premio Speciale Ubu, il Premio della critica dell’ ANCT e il premio DE.MO./Movin’UP. Nello stesso anno Claudia Sorace ha vinto il Premio Cavalierato Giovanile della Provincia di Roma e il Premio Internazionale Valeria Moriconi come “Futuro della scena”; nel 2011 ha vinto il premio come migliore regia e migliore spettacolo al XXIX Fadjr Festival di Tehran, mentre nel 2019 ha curato la regia e il coordinamento artistico della Festa di Roma, assieme a Francesca Macrì e Fabrizio Arcuri.

Nel triennio 2020-2022 Muta Imago è compagnia residente di Oceano Indiano, un progetto di Teatro di Roma – Teatro Nazionale. All’interno di Oceano Indiano ha ideato e realizzato assieme alle altre compagnie residenti il format radiofonico Radio India.

Licenza di distribuzione:
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
UFFICIO STAMPA RETERICERCA
Responsabile account:
Giamcarlo Garoia (CORRISPONDENTE)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere