MUSICA
Articolo

Al Teatro Caio Melisso di Spoleto gli Intermezzi del ‘700 napoletano per la 76.ma Spoleto Stagione Lirica 2022

"L'ammalato immaginario" di Leonardo Vinci e "La franchezza delle donne" di Giuseppe Sellitto .

Al Teatro Caio Melisso di Spoleto gli Intermezzi del ‘700 napoletano per la 76.ma Spoleto Stagione Lirica 2022
’"L'ammalato immaginario" di Leonardo Vinci e "La franchezza delle donne" di Giuseppe Sellitto .

Il Maestro Pierfrancesco Borrelli dirige l’Ensemble strumentale del Teatro Lirico di Spoleto
Regia e allestimento scenico di Andrea Stanisci.
Clelia De Angelis, costumi.
Eva Bruno, luci.
Davor Krkijus, Maestro al cebalo.

Il progetto degli Intermezzi d'Opera del ‘700, andati in scena negli intervalli al Teatro di San Bartolomeo di Napoii in unperiodo storico che vedeva l’avvio della nuova stagione politica guidata dagli Asburgo, subentrati al governo spagnolo nell’estate del 1707. è nato nel 2015 all'interno della Stagione Lirica, grazie alla collaborazione tra il Centro Studi Pergolesi dell’Università degli Studi di Milano, a cura del Prof. Claudio Toscan e il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli”.
Una iniziativa di forte peso culturale e formativo: da un lato si riscopre il repertorio inedito degli intermezzi napoletani del Settecento e se ne pubblica l’edizione critica in una collana dedicata, dall'altro si restituisce al palcoscenico l’opera, offrendo al pubblico la possibilità di assistere ad uno spettacolo inedito ed ai giovani artisti l'opportunità di una formazione completa, sperimentando e scoprendo il mondo che ha portato allo sviluppo dell'Ottocento operistico.


L’intermezzo di Leonardo Vinci "L’ammalato immaginario", prima rappresentazione nell’edizione critica di Gaetano Pitarresi.
Personaggi:
Erighetta : Elena Finell.
Don Chilone: Alberto Petricca.

«L’ammalato immaginario – afferma il Presidente del Centro Studi Pergolesi e Professore associato di Storia del Melodramma e Filologia musicale presso l’Università degli Studi di Milano Prof. Claudio Toscani – è il titolo di tre intermezzi comici del compositore calabrese Leonardo Vinci. Inseriti tra gli atti dell’Ernelinda questi intermezzi sono costituiti da una serie di scene comiche, che vedono agire una piacente vedovella intenta ad approfittare dell’ipocondria di un facoltoso scapolo per farsi sposare, assumere il controllo della casa e mettere le mani sul suo patrimonio».

Pur andando in scena dopo alcuni anni, “L’ammalato immaginario” di Leonardo Vinci non ha alcuna attinenza con la celebre commedia di Molière se non il titolo, un finto medico ed un elenco di cure cui si sottopone il protagonista.

"La franchezza delle donne" Intermezzo.
Melodramma in italiano.
Compositore: Sellitto (o Sellitti) Giuseppe (22/03/1700 - 23/08/1777).
Librettista: Mariani Tommaso (ca. 1700 - ca. 1750).
Prima rappresentazione: Napoli, Teatro San Bartolomeo: 04/12/1734, edizione critica di Antonio Dilella.
Grove Music Online, The Oxford Dictionary of music.
Edizione critica di Gaetano Pitarresi.

Personaggi:
Lesbina: Sara Cortolezzi.
Sempronio: Davide Peroni.

Molte le sollecitazioni offerte dagli Intermezzi, dalle prospettive aperte quando, già nel 1740 l'Opera Buffa aveva fissato alcune "regole" tipiche già presenti negli Intermezzi, come l'alternanza veloce delle arie, i duetti e le scene semplici, i recitativi accompagnati, i finali elaborati.
E poi la satira sociale espressa anche attraverso un linguaggio simbolico: anche negli Intermezzi visti a Spoleto e rappresentati con passione resta forte la critica sociale nei confronti di aristocratici e borghesi, nata nella città (Napoli) allora densamente popolata (la terza in ordine tra tutte le grandi città del tempo) e qui resa in senso fortemente popolare.


La produzione è resa possibile grazie al sostegno della Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini.

Licenza di distribuzione:
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
UFFICIO STAMPA RETERICERCA
Responsabile account:
Giamcarlo Garoia (CORRISPONDENTE)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere