ECONOMIA e FINANZA
Comunicato Stampa

I mediatori immobiliari potranno fare anche mediazione creditizia e vice versa?

In risposta alla domanda posta nel titolo, anche in base ad una analisi logica delle informazioni disponibili, riteniamo che le due figure possano esercitare entrambe le attività in una certa misura, dopo aver conseguito le dovute abilitazioni, quindi il mediatore può ora mediare sia in immobili che nel creditizio e assicurativo.

FotoVanno però fatte delle distinzioni importanti:

Ricordiamolo, un agente in mediazione immobiliare (che abbia tutti i requisiti di legge) può esercitare la propria attività come dipendente di una società di mediazione immobiliare, come socio/titolare di una società come già citata, ma anche come autonomo professionista senza quindi bisogno di aprire una società per questo scopo.

Il mediatore creditizio può esserlo invece esclusivamente da una società di capitale - in particolare nella forma di società per azioni, di società in accomandita per azioni, di società a responsabilità limitata o di società cooperativa – la società deve ottenere l’iscrizione in un apposito Elenco tenuto dall'OAM (organismo agenti e mediatori), è necessario il possesso da parte dei soggetti che svolgono funzioni di amministrazione e direzione dei requisiti di professionalità, compreso il superamento di un apposito esame, è obbligatori il deposito di un capitale sociale non inferiore ai 50mila euro e deve sottoscrivere una polizza assicurativa per la responsabilità civile della società. La società di mediazione per svolgere la propria attività può avvalersi di dipendenti e agenti collaboratori. Partendo da queste informazioni appare chiaro come l’agente immobiliare che volesse dirsi completamente autonomo nell’attività di mediazione creditizia, dovrà aprire una società apposita con un investimento che riteniamo non indifferente ed un iter burocratico importante.

A tutto questo potrebbe, nel caso l'agente immobiliare esercitasse da AI in una società di capitale, aggiungersi una incompatibilità nel possedere due società di capitale con i due diversi ruoli.

Diversa è la figura dei collaboratori dei mediatori creditizi: Questa è la figura che pensiamo abbia ispirato i promotori dell’emendamento contro l’incompatibilità, e una conferma a questa ipotesi ci arriva dalle dichiarazioni dello stesso Presidente nazionale F.I.A.I.P. Baccarini quando dichiara dal sito Wikicasa il 13 settembre 2022: “ ...si ripristina la compatibilità tra l’attività dell’agente immobiliare e il collaboratore o dipendente delle società di mediazione creditizia”.

Per svolgere l’attività di Collaboratore di mediatore creditizio sono necessari: il possesso dei requisiti di onorabilità, il diploma, la frequenza di un corso di formazione professionale nelle materie rilevanti nell’esercizio dell’attività finanziaria e il superamento di una prova valutativa i cui contenuti sono stabiliti dall’OAM. Accertata la presenza di tutti i requisiti di professionalità e di onorabilità sopra indicati, occorre che i Collaboratori siano segnalati all’OAM dalla società di mediazione creditizia con cui stipula il mandato. Tale segnalazione dovrà avvenire a cura del soggetto che conferisce il mandato mediante la propria area riservata nel portale internet dell’OAM. Inoltre la società mandante sarà tenuta a corrispondere all’Organismo un contributo annuale per l’iscrizione di ciascun Collaboratore dell’importo pari a 120€. E’ importante evidenziare che i Collaboratori non potranno svolgere contemporaneamente la propria attività a favore di più soggetti mediatori.

Appare chiaro che la figura sopra descritta vincoli fortemente il mediatore immobiliare, nella sua veste di collaboratore, alle esigenze e alle regole interne della società creditizia con la quale stipula il proprio mandato.

Dal canto loro i collaboratori dei mediatori creditizi riteniamo possano attivare il REA da agenti mediatori immobiliari senza ulteriori limitazioni se non l’obbligo del corso accreditato e il superamento dell’esame abilitante. Per gli agenti o sub agenti assicurativi non siamo già in grado di rispondere.

In definitiva potremmo chiederci: i grandi brand della mediazione creditizia, oltre agli agenti collaboratori del proprio settore e agli agenti collaboratori abilitati anche alla mediazione immobiliare, potranno acquisire direttamente agenti mediatori immobiliari tra le proprie fila puntando a diventare dei brand della mediazione immobiliare a tutti gli effetti? Noi riteniamo di si proprio in conseguenza alle dichiarazioni rilasciate dal Presidente Baccarini a Wikicasa, quando il suo interlocutore, durante il confronto ha dichiara: “Con questo provvedimento sarà nuovamente possibile esercitare l’attività di agente immobiliare e di mediatore creditizio all’interno delle società di mediazione creditizia” , affermazione a cui Baccarini non ha contrapposto smentite o correzioni.

Naturalmente questa è una nostra analisi e potrebbe essere imperfetta, saremo felici di ricevere da Voi ogni correzione o informazione aggiuntiva in merito. I commenti sono consentiti solo ai mediatori immobiliari abilitati iscritti alla piattaforma.




Licenza di distribuzione:
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
INFORMA-RE di AgentiImmobiliari.org
Responsabile account:
Luca Boscardelli (Amministratore unico)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere