SALUTE e MEDICINA
Articolo

Omega 3 e telomeri - effetto anti-aging

Gli omega-3 contenuti in pesce azzurro, noci e alcuni oli vegetali sono acidi grassi, oltre che prevenire molte malattie sono fondamentali per contrastare l’invecchiamento. In particolare agiscono rallentando un processo chiave: l’accorciamento dei telomeri.

FotoGli acidi grassi essenziali vengono definiti in questo modo perché non possono essere sintetizzati dal nostro organismo ed è, dunque, indispensabile che vengano forniti con l’alimentazione. Sono definiti, inoltre, poliinsaturi perché la loro catena comprende vari doppi legami, e si dividono un due grosse famiglie: acidi grassi polinsaturi Omega6 e acidi grassi polinsaturi Omega3.

Gli acidi grassi Omega3 più comuni sono cinque:

Acido alfa-linolenico (18:3 omega-3);

Acido Stearidonico (18:4 omega-3);

Acido Eicoisapentenoico (20:5 omega-3) EPA;

Acido Docosapentenoico (22:5 omega-3);

Acido Docosaesaenoico (22:6 omega-3) DHA.

Gli acidi grassi polinsaturi Omega6 sono di origine vegetale, mentre gli acidi grassi polinsaturi Omega3 sono prevalentemente di origine ittica, ma si trovano anche nel regno vegetale in noci, semi di lino e olio di semi di lino, alghe e legumi.

I popoli eschimesi della Groenlandia che mangiano cibo con alto contenuto di acidi grassi omega 3 hanno un ridotto livello ematico di colesterolo e trigliceridi, così come hanno un alto contenuto di lipoproteine ad alta densità (HDL) del colesterolo che proteggono le placche ateromatose, evitando così l’occlusione di importanti vasi sanguigni e i conseguenti problemi di salute. I Giapponesi che vivono lungo le coste hanno una dieta simile e simili risultati.

Nuovi dati della letteratura scientifica supportano "in modo schiacciante" i benefici degli acidi grassi omega-3 sulla lunghezza dei telomeri, considerati un marker dell'invecchiamento biologico.

Un recente studio* pubblicato sulla rivista "Nutrients" lo conferma ancora una volta.

I telomeri, sequenze di DNA all'estremità dei cromosomi che si accorciano quando le cellule si replicano e invecchiano, non sono sempre correlati all'età cronologica e ci sono prove che suggeriscono che l'accorciamento dei telomeri possa essere modificabile da fattori dello stile di vita.

Gli autori dello studio, cioè scienziati dell'Istituto di genetica e biotecnologia animale dell'Accademia polacca delle scienze dei nutrienti, spiegano:

"I fattori fortemente associati all'accorciamento e alla disfunzione accelerati dei telomeri sono lo stress ossidativo e l'infiammazione",

"La capacità degli acidi grassi omega-3 di ridurre questi effetti negativi è correlata non solo al loro ben documentato effetto benefico su una serie di malattie dello 'stile di vita', ma anche ai loro effetti benefici sulla biologia dei telomeri.

"L'uso di acidi grassi omega-3 per ridurre l'attrito accelerato dei telomeri e, di conseguenza, contrastare l'invecchiamento precoce e ridurre il rischio di malattie legate all'età solleva grandi speranze"

L'invecchiamento e la durata della vita delle cellule normali e sane sono legati al cosiddetto meccanismo di accorciamento della telomerasi, che limita le cellule a un numero fisso di divisioni.

Durante la replicazione cellulare, i telomeri funzionano assicurando che i cromosomi della cellula non si fondano tra loro o non si riorganizzino, il che può portare al cancro.

Elizabeth Blackburn, una pioniera dei telomeri presso l'Università della California a San Francisco, ha paragonato i telomeri alle estremità dei lacci delle scarpe, senza i quali il laccio si sarebbe disfatto.

Ad ogni replicazione i telomeri si accorciano e quando i telomeri sono completamente consumati, le cellule vengono distrutte (apoptosi).

L'accorciamento o attrito dei telomeri è stato elencato come uno dei nove segni distintivi dell'invecchiamento in un articolo fondamentale pubblicato su Cell nel 2013 da Carlos López-Otín et al .

Telomeri

"Un fattore inversamente correlato alla lunghezza dei telomeri è lo stress cronico, sia durante il periodo prenatale che durante l'infanzia, così come nella vita adulta", hanno scritto gli scienziati polacchi in Nutrients.

"Anche depressione, fumo, obesità e consumo di alcol accelerano l'attrito dei telomeri.

"È interessante notare che le restrizioni dietetiche e l'aumento degli antiossidanti dietetici proteggono dall'accorciamento dei telomeri. In questo contesto, gli acidi grassi omega-3 sono importanti composti alimentari che, a causa delle loro proprietà biochimiche, possono influenzare la biologia dei telomeri "

La loro nuova revisione della letteratura scientifica includeva sette studi che indicavano, in generale, che gli acidi grassi omega-3 possono svolgere un ruolo nella biologia dei telomeri.

Tali risultati, tuttavia, mostrano semplicemente una correlazione e non una causalità, il che ha portato i ricercatori a eseguire studi dietetici randomizzati utilizzando integratori di omega-3.

I ricercatori con sede in Polonia hanno riportato quattro di questi studi di intervento, che sono stati eseguiti in una serie di popolazioni, comprese le madri e i loro bambini, persone con insufficienza renale cronica, anziani affetti da lieve deterioramento cognitivo e sani, in sovrappeso, di mezza età e anziani le persone.

Le dosi utilizzate variavano da poco più di un grammo al giorno a quattro grammi al giorno di acidi grassi omega-3.

I dati degli studi randomizzati erano un miscuglio, con alcuni che indicavano un potenziale beneficio e altri che non trovavano effetti.

I revisori hanno anche cercato nella letteratura scientifica dati provenienti da studi sugli animali e hanno trovato tre studi che hanno mostrato un beneficio dall'integrazione di omega-3 nella dieta.

"Sebbene i risultati degli studi trasversali e randomizzati presentati sull'uomo e sui roditori non siano del tutto coerenti, il numero schiacciante di essi ha dimostrato gli effetti benefici degli acidi grassi omega-3 sulla lunghezza dei telomeri", hanno scritto i revisori.

I fattori fortemente associati all'accorciamento e alla disfunzione accelerati dei telomeri sono lo stress ossidativo e l'infiammazione.

La capacità degli acidi grassi omega-3 di ridurre questi effetti negativi è correlata non solo al loro ben documentato effetto benefico su una serie di malattie dello "stile di vita", ma anche ai loro effetti benefici sulla biologia dei telomeri, che sono stati entrambi sollevati in questa recensione .

L'uso degli acidi grassi omega-3 è indiscutibilmente utile per ridurre l'attrito accelerato dei telomeri e, di conseguenza, contrastare l'invecchiamento precoce e ridurre il rischio di malattie legate all'età.

Fonte: Kiecolt-Glaser JK, Epel ES, Belury MA, Andridge R, Lin J, Glaser R, Malarkey WB, Hwang BS, Blackburn E.“Omega-3 fatty acids, oxidative stress, and leukocyte telomere length: A randomized controlled trial”. Brain Behav Immun. 2013 Feb;28:16-24.

Vedi anche la pagina specifica https://www.erboristeriarcobaleno.it/omega-3-6-9/




Licenza di distribuzione:
INFORMAZIONI SULLA PUBBLICAZIONE
ERBORISTERIA ARCOBALENO
Responsabile account:
Gentilin Maria Cristina (Titolare)
Contatti e maggiori informazioni
Vedi altre pubblicazioni di questo utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Contatta il responsabile o Leggi come procedere